KIKI de Montparsan

kiki-de-montparnasse-jean-jacques-beineix-2

KIKI de Montparnass

Alice Prin, soprannominata anche Kiki de Montparnasse o la Regina di Montparnasse ( Chatillon sur la Seinne,  2 Ottobre 1901 – Parigi, 29 Aprile  1953), è stata una modella francese, una delle figure centrali della effervescente Parigi degli anni venti.

Quando si parla di artiste dei primi del novecento e in tempi in cui le donne europee portavano obbligatoriamente grandi sottane e rigorosi cappellini come fossero burka, eliminare dalla sartoria ottocentesca i  fronzoli, gioielli, sostituendoli con cottillons e capelli corti, o presentarsi  spoglie di tutto ciò che di mondano rendeva una donna classica, fu una impresa rivoluzionaria non da poco per le nuove “donne moderne”.

Le prime a spogliarsi in Francia  furono le lesbiche, le prostitute e le ballerine. Donne ritenute risolute e scostumate, donne soggette alla condanna borghese e clericale. Ai lettori ricordiamo qui,  un aneddoto divertente di Man Ray (americano di genitori russi), quando venuto da qualche giorno a Parigi dall’America per riorganizzare la rimonta eversiva  contro lo Zar di Russia, conobbe per la prima volta KIKI de Montparnass: la “Reginetta”.

Man Ray, entrato in un locale parigino per una consumazione breve, fu testimone di uno scontro  verbale tra  una “gentile” signorina  e il cameriere, il quale, invitava la signorina Kiki  ad abbandonare il proprio onorato locale per l’atteggiamento scandaloso di lei. La giovane donna inscenò una piazzata contro il cameriere asserendo  che non avrebbe abbandonato il locale dopo un simile trattamento. Kiki volle spiegazioni sul disprezzo nei suoi confronti. Il cameriere rispose seccato che nel suo locale erano interdette le puttane! Infuriata, la signorina Kiki chiese immediate e pubbliche scuse “Cosa le fa pensare che io sia una puttana?” Il cameriere in tutta solennità pinguina le rispose:  ” Signorina, lei non porta alcun cappellino e quindi…”. Prontamente Kiki preso il  cappellino  dal capo dell’amica, accomodatolo in testa, tiratasi su la sottana, si accomodò scomposta con una gamba sulla sedia e l’altra sul tavolino mettendo in bella vista la propria patatina in quanto priva di mutandine e di risposta: “Egregio signore, ora col cappellino le sembro meno puttana?”.

773248

Per il fotografo Man Ray fu un colpo di fulmine, innamorandosene immediatamente e perdutamente. Per sei anni la vorrà sua modella preferita e amante prediletta finendo nel pomeriggio stesso a letto. Ma  a causa del carattere indipendente di KIKI, giotta di erotismo, arrivivò a farsi strada la gelosia, e quindi, Man Ray, non solo la sgridava  pubblicamente, ma la gelosia lo portava a picchiarla anche in pubblico a causa di quella sua dissolutezza erotica indipendente:  ” Puttana va bene ma solo con me!” e KIKI, rivendicando il proprio orgoglio e rispetto all’indipendenza, di risposta lo prendeva a calci e borsettate, tornando insieme a braccetto.


Le-Violon-dIngres

 

 

Modella e Musa di tanti fotografi e artisti del quartiere, Kiki resterà un personaggio storico memorabile offrendoci il massimo del suo splendore erotico in performance fotografiche e cinematografiche di straordinaria simpatia.

 

 

 


 

Seitlich_nackt

Alice Prin, soprannominata Kiki de Montparnasse.

Kikki, fu amata e adulata dal “pittore” giapponese:  Tsuguharu Foujita, personaggio doppiogiochista legato ai servizi segreti franco-giapponesi, in servizio per il proprio paese nella preparazione della Seconda Guerra Mondiale, sia come agente “alleato” degli “Alleati” che agente dei servisi tedesco-giapponesi. Verrà insignito al valore militare di Francia e Belgio nel cospirare da giapponese contro l’asse Roma-Berlino-Tokio.
Nei grandi eventi bellici, gli agenti spesso cambiano umore asseconda delle vicissitudini e pieghe che la guerra prende.  Kikki fu per lui un amore insano ma di rispetto verso la sua intorlocutrice francese e, Tsuguharu Foujita fu l’unico di tutti i ” compagni di avventura” artistica che si presenterà silenzioso ai funerali di Kikki.

 

foujita-et-kiki-de-montparnasse-p1917-leonard-foujita

Le sue opere avranno un impennata proporzionata all’impegno militare preso. Scoveremo dietro i suoi quadri,  i finanziamenti illeciti per la sua Sezione di collaboratori giapponesi: l’Accademia della  “Scuola di Parigi”. E fece scalpore proprio a Parigi al salon d’Automne nel 1922, il suo quadro che ritraeva Kiki nel: “Nu couché à la toile de Jouy,” acquistato per oltre 8000 franchi di allora.

Su quel “salon d’Automne”  Alice Tokla ci racconterà attraverso un brevissimo dialogo a tre: Alice Tokla, Gertrude Stein e Pablo Picasso, non essere un salone d’Arte, ma  la base logistica dei finanziamenti illeciti passati attraverso l’Arte per azioni sovversive. Salone che osserveremo sotto la lente d’ingrandimento e sul perché l’Arte francese moderna si espanse nel mondo generando quelle “Accademie delle Brutte Arti Francesi”.

foujitacarrous

Tsuguharu Foujita si sposerà tre volte e tre volte divorzierà. La prima moglie fu giapponese, le seconde francesi. Sul finire del suo impegno, davanti al disastroso risultato della guerra mondiale, come altri subirà la conversione al Cattolicesimo assumendo il nome di Leonard Tsuguharu Foujita e nonostante i servizi resi alla Francia, solo nel 1955 riceverà sia il grado di Ufficiale dell’Esercito Francese e sia la cittadinanza.

Il suo tour in sudamerica sarà un tripudio artistico sia di pubblico che di vendite, ma sapendo il sudamerica divenuta la seconda patria delle destre europee espulse, qualcosa non “quadra” nei suoi disegni. Morirà di canro in Svizzera nel 1968 quando le destre  nazifasciste internazionali cominciarono a rialzare la testa.
Leonard Tsuguharu Foujita, lasciamolo sepolto in pace con la sua seconda moglie francese tumolati nella cappella artistica di famiglia, ultimo suo “sforzo artistico” completato prima di riposare in pace.

Della nostra simpatica “Regina di Montparnasse ” che ne fu?

Ebrea, trasferitasi per sicurezza in America durante la seconda guerra mondiale, morirà in sovrappeso  avvelenata da alcol e droghe.

E il nostro Man Ray nel frattempo che è?….è sotto indagine.

 

images.jpg3      kiki3                     MAN RAY                                                                                 KIKI

 


Per le altre artiste parigine delle Avanguardie
vai in

home page

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...