2 – LA MOSSA INVISIBILE

Una lunga partita di scacchi.

duchamp-marcel-324

Marcel Duchamp : “Negli scacchi ci sono mosse che non si vedono”

 

Perchè nessun critico è mai andato oltre la provocatoria mossa lanciata a sfida? Quando mi affacciai all’Arte, Duchamp era gia deceduto trovandomi a giocare una partita d’Arte diversa dalle istruzioni scolastiche rivute; partita con di fronte a me uno sfidante muto. immobile, un immortale defunto, un “artista immaginario” che, narrava  dietro le opere sotto forma di oggetti, attimi del suo futuro, con sotto fiumi e fiumi di parole devianti e non sue. Insomma, avevo davanti a me un giocatore che aveva smarrito il senso del gioco, sospendendo la partita perché divenuta incomprensibile non solo a se stesso, ma anche al grande pubblico.

Negli scacchi non si parla. Ci si scruta. Ci si studia a fondo. Si guarda l’impostazione strategica avversaria per poi rispondere  con una sola “mossa” alla volta. E si rilancia in risposta a una  mossa ricevuta con un altra mossa convenuta, mossa capace di nascondere il più possibile il ‘pianio strategico’ della Vittoria in corso.
Negli Scacchi, lo stratagemma nasce durante la sfida e quindi, mi dono trovato ad indagare su di un artista per sfidarlo in Arte, sapendo che, di Arte  l’artista non ne capiva un cippa, ma grande regista si, manipolatore di pedine su di una scacchiera Geopolitica troppo grande, dove il gioco era possibile solo se svolto in equipe. Bene, pensai, con me non se la passerà bene. Conosco il suo gioco e le mosse che ha usato in quanto non sue ma dettate. Ciò le farò comprendere al grande pubblico, (senza presunzione) che l’Arte si muove senza che nessun artista sappia chi l’Arte ha scelto come sua pedina.
L’Arte, essendo sovrana delle Muse, ordina ad esse di seguire il “pupillo” prescelto e muoverlo all’interno di un gioco senza mai scoprire le sue funzioni a colui che è stato destinato, perché l’Arte, come pedine per il suo dominio infinito, ha a disposizione l’intera umanità  nuoverle nel momento migliore. Quindi, per l’Arte, fare una buona mossa invisibile gli viene facile, e, chissà come mai, alla fine vince sempre lei rendendo immortale la propria pedina.

 

Prego maestro …a lei  la prima mossa

 

00000000_MANUALE_181

 


home page

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...