Corilla n. 55

Bello come un Dio

I tuoi occhi perfetti appuntiti
i bei riccioli d’oro sparsi
la bocca d’amore su di me
ti guardo estasiata stasera.

E t’accarezzo le tonde spalle
il bel nudo petto sollevato
vergognandomi sotto te scomposta
tu che mi osservi un filo canaglia
mentre d’Unicorno mi torturi dentro
devastata nel mio baricentro.

E ti esalto: “Andrea sei bello come un dio”
vergognandomi di ciò che ho detto
ma è vero, giro il volto sconvolta
esalandolo un altra volta:

“Andrea come sei bello… ”
beata nell’essere tua prescelta
accarezzandoti digitale la testa
tra i riccioli tuoi d’oro dispersa
cedendomi esplosa rosa fiorita
al tuo beffardo sorriso divertito.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...